Etica

Libertà di cura: Tursi lancia il registro biologico

Lo annuncerà Beppino Englaro, il papà di Eluana, il 16 luglio a Palazzo Tursi: il Comune di Genova, prima grande città in Italia, istituisce il registro per il testamento biologico dei cittadini. L´ha voluto la sindaco Marta Vincenzi e ha deciso che a darne l´annuncio sia il simbolo della lotta per la libertà di cura, in una data simbolica, l´inizio della "Settimana dei diritti", organizzata a Genova dal 16 al 22 luglio dal consulente per la Promozione della sindaco, Nando Dalla Chiesa.

Associazione Coscioni: mobilitazione straordinaria per il testamento biologico e l'eutanasia

Oggi 8 luglio 2009 inizierà la discussione parlamentare sul testamento biologico. L'Associazione Luca Coscioni ha deciso di promuovere già per questo fine settimana una mobilitazione militante su tutto il territorio nazionale.

Nel XI municipo della Capitale sottoscritti i primi registri per i testamenti biologici

Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI di Roma, ha comunicato che da pochi giorni anche nel suo distretto i cittadini romani potranno esprimere e registrare pubblicamente, liberamente e gratuitamente le loro volontà non solo riguardo ai trattamenti sanitari ai quali vogliono o non vogliono essere sottoposti ma anche riguardo alle altre disposizioni di fine vita.

Il testamento biologico dal punto di vista civico

Si chiama "Il testamento biologico dal punto di vista civico" il documento realizzato da Cittadinanzattiva allo scopo di divulgare i risultati di un seminario a porte chiuse sul tema, realizzato lo scorso 20 marzo a Roma.

Proposta di legge sulle DAT

Testo del documento sulle Dat elaborato da FNOMCeO:

TESTO DEL DOCUMENTO

Scelte di fine vita in rianimazione pediatrica

E' stato pubblicato sull'ultimo numero della Rivista "Pediatric Anesthesia", un articolo di A.Giannini e coll. relativo alle scelte di fine vita, con l'indicazione delle raccomandazioni per facilitare il processo decisionale che coinvolge il medico, i genitori e, quando possibile, il paziente.

Registro per il testamento biologico a Pisa

Sarà pienamente operativo entro fine giugno, a Pisa, il registro per la raccolta dei testamenti biologici.

Parere della Commissione regionale di bioetica. Permanenza dei parenti presso le rianimazioni e le terapie intensive della Toscana e assistenza dei degenti nelle fasi terminali della vita: aspetti etici e di umanizzazione

Le problematiche riguardanti l’assistenza dei pazienti ricoverati presso i reparti di Rianimazione e Terapia intensiva della Toscana e, in particolare, la possibilità che i loro parenti siano ammessi in tali reparti anche al fine di assistere coloro i quali giungono nelle fasi finali della vita, sono state sottoposte all’attenzione della Commissione regionale di bioetica da parte del Difensore civico con lettera del 10 marzo 2007. In tale segnalazione il Difensore civico richiedeva ai vari organi regionali competenti di considerare l’opportunità o meno di predisporre specifiche linee guida regionali per garantire l’accesso e la permanenza dei parenti in questi reparti.

Report sul secondo seminario 2009 del gruppo GR.E.CA.LE.

Venerdì 22 maggio 2009 presso l’aula grande del Cubo al Polo biomedico dell’Ospedale di Careggi si è tenuto il secondo seminario del 2009, organizzato dal Gruppo GR.E.CA.LE (Gruppo Etico Careggi Leniterapia) sul tema “La continuità Assistenziale nelle cure di fine vita e nella malattia a prognosi infausta”.

Secondo Simposio nazionale sulle problematiche di fine vita

Il 16 maggio 2009 si è tenuto a Mestre il Secondo Simposio Nazionale Sulle Problematiche di Fine Vita: "Etica dell'accompagnamento e desistenza terapeutica".

Clicca qui per leggere la presentazione e vedere i video dell'evento.

MauthasenCalendarioCompiantoCripta dei baciniInterno del CimiteroFigure animateCrocifissoOrologio
Condividi contenuti