Rassegna Stampa

Cosa non dire al malato nella fase terminale della vita

Pieter Hintjens, sviluppatore di software belga e CEO della società iMatix, ha un tumore in stadio terminale e consapevole di avere poche chance di sopravvivere al colangiocarcinoma che lo ha colpito, il 22 aprile 2016 ha deciso di scrivere un post sul suo blog, hintjens.com, intitolato "A Protocol for Dying", dove dà una serie di consigli a chi si trovi al fianco di un malato nella fase terminale della vita.

"Da parte mia" un aiuto per organizzarsi al meglio in merito al fine vita

Segnaliamo l'articolo uscito ieri sulle pagine di Redattore Sociale che mette in evidenza la creazione, da parte del servizio Hospice della Caritas di Bolzano-Bressanone, della cartella “Da parte mia”, un aiuto rispetto ai 5 ambiti più importanti su cui si devono prendere decisioni o fare scelte in un momento delicato come quello del fine vita.

Le cure palliative e la “terapia della dignità”

Ieri sulle pagine del giornale online quotidianosanità.it Mario Melazzini e Luca Pani, rispettivamente Presidente e direttore dell'Aifa, hanno pubblicato un articolo in cui hanno illustrato il modello empirico, creato in Canada, per la valutazione del grado di percezione della dignità nei malati che affrontano il fine-vita. Ed è sulla base di questo modello che è stato sviluppato il Patient Dignity Inventory (PDI), uno strumento di screening delle fonti di disagio che è stato adottato nei modelli di cure palliative in tutto il mondo.

La vita eterna mette d'accordo le fedi

Segnaliamo l'articolo di Emanuele Severino pubblicato su Il Corriere della Sera del 6 gennaio 2016.

Come non cedere ad una reazione che trasforma il dolore in odio

Sta commuovendo il web la lettera postata su Facebook da Antoine Leiris, che si rivolge ai terroristi che venerdì hanno ucciso la moglie, al concerto degli Eagles of Death Metal al teatro Bataclan di Parigi.

La SICP ribadisce che la Sedazione Palliativa/Terminale non è eutanasia né suicidio assistito

In merito ai contenuti del Programma “Le Iene” andato in onda il 23/11/2015, la Società Italiana di Cure Palliative ha scritto un comunicato stampa e ribadisce con forza quanto segue.

Meditare per non sentire il dolore

Sulla rivista Journal of Neuroscience alcuni ricercatori statunitensi hanno pubblicato uno studio nel quale affermano che la meditazione mindfulness ha maggior effetto nel dare sollievo al dolore di un placebo.

Il dialogo tra paziente, oncologo e medico di famiglia non decolla

I malati si sentono esclusi dalla scelta delle terapie. Gli specialisti lamentano scarsa collaborazione dei medici di famiglia. Così le cure rischiano di peggiorare. Segnaliamo l'articolo di healthdesk che prende in esame tali problematiche.

Ma davvero il nonno è volato in cielo?

Segnaliamo l'articolo uscito su "La Nazione" il 6 settembre 2015 nella rubrica “Affari di famiglia”. Attraverso la richiesta di aiuto di una madre che non sa come rispondere al figlio in merito alla morte del nonno, viene analizzato il rapporto che i bambini hanno con il lutto e di come gli appartenenti alla Fondazione File si impegnano nel far fronte a queste tematiche.

La Corte di Strasburgo dice si al caso Vincent Lambert

Il 5 giugno 2015 i giudici di Strasburgo ha dato il suo sì alla sospensione dell’alimentazione per il tetraplegico francese, Vincent Lambert, di 39 anni in coma dal 2008 i cui genitori avevano presentato ricorso per sospendere la pratica autorizzata dal Consiglio di Stato transalpino.

Funerali d'EttorePère Lachaise 23La sfilataCarlo VIRosalia LombardoTomba famiglia MozartTavola rotonda: "Come si muore in Toscana"Intervento Mariella Orsi
Condividi contenuti