Rassegna Stampa

Dateci il diritto di morire a casa. E senza dolore

Segnaliamo l'articolo di Francesca Lozito pubblicato oggi su healthdesk relativo alla legge 38, che ha sancito il diritto ad essere curati per non soffrire, varata nel 2010 e da cui sono già passati cinque anni.

Cinque anni di Legge 38

I protagonisti della stesura della legge 38 e della sua applicazione si sono riuniti in un convegno, promosso da Grünenthal Italia, che si è tenuto presso la Biblioteca del Senato della Repubblica.

L'abbandono è la malattia più grave dell'anziano

Segnaliamo l'intervento di Papa Francesco in merito all'assemblea generale sul tema L'abbandono è la malattia più grave dell'anziano.

Tanto ormai… Così è morta mia moglie

Segnaliamo l'uscita dell'ebook Tanto ormai… . La storia dell'ultimo periodo di vita della scrittrice Chiara Palazzolo, morta il 6 agosto 2012 in un ospedale di Roma per un tumore al fegato, dopo un ricovero di due settimane.

Io, infermiere vi racconto l’eutanasia silenziosa nei nostri ospedali

Segnaliamo l'articolo di Matteo Pucciarelli “Io, infermiere vi racconto l’eutanasia silenziosa nei nostri ospedali” pubblicato su Repubblica.it.

La scelta di Hans Küng

Segnaliamo l'articolo de La Repubblica che presenta il libro appena uscito in Germania: Gluecklich sterben? (" Morire felici?"), dove uno dei massimi teologi cattolici del nostro tempo, Hans Küng, grande ribelle (ma esegeta di Papa Francesco) affronta il tema dell'autodeterminazione.

Serve un patto tra medici e cittadini

A seguito della pubblicazione del nuovo Codice deontologico dei medici italiani, che cerca di fare un po' di chiarezza in merito al comportamento dei professionisti sanitari sul campo, stanno nascendo una serie di riflessioni a tal proposito, una di queste riguarda appunto il rapporto esistente tra medici e cittadini.

La libertà di scegliere di vivere e di morire

"Abbiamo il diritto di vivere. Ma anche quello di morire con dignità" con queste parole Guglielmo Pepe apre una riflessione in merito alle scelte di vita e fine vita.

Donazione del corpo post mortem

Ieri su Sanità Il Sole 24 Ore è stata pubblicata la notizia relativa all'approvazione, da parte della commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, del testo sulla donazione del corpo post mortem e di utilizzo dei cadaveri a fini di studio, di ricerca scientifica e di formazione.

Sospensione delle terapie da non confondere con l'eutanasia

Ieri sulle pagine di Quotidiano Sanità si è posta l'attenzione sull'intervista rilasciata, a Viva la vita onlus, associazione di familiari e malati di sclerosi laterale amiotrofica (SLA), alcuni giorni fa, dal Prof. Mario Sabatelli, responsabile del Centro SLA del policlinico Gemelli di Roma, centro di riferimento regionale e da sempre molto attivo sul piano della ricerca. In questa intervista il prof. Sabatelli affronta la tematica relativa alla sospensione delle terapie da parte del malato, peccato che c'è chi confonde ancora la terminologia e tale pratica è stata confusa erroneamente con l'eutanasia. Vi segnaliamo pertanto l'intervista e l'articolo al fine di approfondire il dibattito.

NecromanteionPère Lachaise 13Figure animateLapide con teschioIl quadro epidemiologico toscanoPère Lachaise 23Buenos Aires - Recoleta CementeryPeste a Roma
Condividi contenuti