Rassegna Stampa

Nasce la Sala del Silenzio all'ospedale Sant'Anna a Ferrara

Nel più importante ospedale della provincia di Ferrara, fondato nel 1445, è stato firmato, il 7 febbraio 2013, un protocollo d’intesa tra l’azienda sanitaria Sant’Anna e i rappresentanti di dodici confessioni religiose e non religiose e fedi viventi.

La cura della dignità

Segnaliamo il video, a cura di Duccio Facchini presente su Altreconomia 145 - gennaio 2013, il quale prende in esame la situazione italiana riguardo la mancata attuazione della legge quadro sulle cure palliative del 2010.

Addio alla morte. Così abbiamo perso il senso di una fine.

Segnaliamo l'articolo di George Steiner pubblicato oggi, 17 gennaio 2013, sulle pagine de La Repubblica, nel quale si affronta il tema della morte, che viene al giorno d'oggi sempre di più banalizzata, se non nascosta, sia dalla scienza che dall'educazione.

11.000 bambini necessitano di cure palliative

In Italia sono circa 11mila i bambini con una malattia inguaribile o terminale bisognosi di cure palliative. L'assistenza inadeguata li costringe a trascorrere lunghi periodi nei reparti ospedalieri: un milione e 600 mila giorni di degenza ospedaliera all'anno, 580 mila nei reparti di terapia intensiva. L'utilizzo degli hospice e l'attivazione di una rete dedicata nelle regioni, invece, oltre ai miglioramenti nella qualità della vita dei piccoli pazienti, porterebbe anche un enorme risparmio per la sanità pubblica.

250 mila malati all'anno hanno bisogno di cure palliative

Anche se le cure palliative sono state introdotte in Italia trent'anni fa, una legge apposita è stata approvata solo nel 2010 (Legge 38). ''L'accesso a queste cure deve ora essere reso possibile ogni anno a tutti i 250 mila nuovi malati, dei quali circa 40 mila solo in Lombardia, che hanno necessità di risposte adeguate, integrate e continue ai bisogni sanitari, sociali, affettivi ed economici che caratterizzano le malattie inguaribili, sia oncologiche che non''.

Il terzo numero di Laborcare Journal

E' possibile scaricare il terzo numero di Laborcare Journal, rivista legata al nostro sito ed approfondimento periodico di molte tematiche da noi trattate.

I tagli colpiscono anche gli Hospice

A Torino polemica tra l'Assessore e i cittadini sul blocco dell'accesso all'Hospice, considerato luogo improprio di assistenza per le cure di fine vita. Una bambina gli spiega il valore delle cure palliative. Riportiamo entrambi gli articoli e la risposta dell'Assessore.

Sepoltura alternativa.... Da cenere a diamante

La cenere di un defunto trasformata in un diamante da portare con sè, questa è la nuova sepoltura "alternativa", che arriva dalla Svizzera e a cui anche gli italiani da alcuni anni stanno cominciando a ricorrere. Infatti attraverso un procedimento chimico in laboratorio il carbonio contenuto nelle ceneri del defunto diventa una pietra preziosa.

La morte dolce di mio suocero il modo migliore per dire addio

Sulle pagine del New York Times Bill Keller, columnist della nota testata, racconta gli ultimi giorni di vita di suo suocero, ricoverato in una struttura che aderisce al Liverpool Care Pathway for the Dying Patient, un percorso di assistenza concepito negli anni Novanta a Liverpool in un istituto di cura per tumori come alternativa più umana all'accanimento terapeutico praticato su pazienti ormai prossimi alla morte. Non eutanasia, ma rispetto per il malato, cure soft contro l'accanimento terapeutico.

Le scelte di C. M. Martini, Cardinale

Può illuminare la mente di ambienti politici e religiosi la lettera della nipote, avvocato, del Cardinal Martini, riguardante le scelte concordate sull'autodeterminazione, pubblicata su Il Corriere della Sera il giorno successivo i funerali?

Père Lachaise 27Il PapaMilano - Cimitero MonumentalePère Lachaise 10Roskilde - Tombe nella CattedraleGolemMorire in ospedaleArredo
Condividi contenuti