Cancellare la parola eutanasia

Un gruppo di medici canadesi, tramite l'editoriale della rivista scientifica Canadian Medical Association Journal, ha proposto di cancellare la parola "eutanasia" poichè fonte di confusione e di problemi confonde le idee in merito al dibattito sul tema della morte.

"Il dibattito sulla fine della vita sembra particolarmente pressante a causa della confusione sul termine eutanasia", scrivono i responsabili della rivista, Ken Flegel e Paul Hebert.

I due ricercatori osservano che qualsiasi punto di vista è inquinato da posizioni ideologiche: "per alcuni l'eutanasia significa omicidio, per altri è un atto di misericordia", si vengono così a contrapporre in questo modo "il diritto di vivere e quello di morire con dignità; egoismo e compassione".

Il termine eutanasia, continuano Flegel e Hebert "è stato coniato nel 1646 dal greco eu (bene o facile) e Thanatos (morte), la parola eutanasia stava ad indicare una gentile e facile morte. Nel 1742, è stato aggiunta una variante di significato in merito ai mezzi di realizzazione di tale morte e, nel 1859, all'azione di indurre la morte. Dizionari moderni hanno definizioni diverse, ma tutte implicano un intervento volontario a procurare la morte a qualcuno che soffre".

"L'uso di questo termine ha inavvertitamente compreso una serie di azioni che riguardano il sollievo dai sintomi nelle persone vicine alla morte", osservano gli autori. "Per esempio, somministrare una dose di narcotico sufficiente a dare sollievo dal dolore nei pazienti malati di tumore è un atto compassionevole, anche quando la dose di farmaci necessaria a sedare il dolore aumenta la probabilità di morte. Si potrebbe arguire" - osservano sempre i due - "che in queste circostanze la morte diventa un effetto collaterale accettabile di cure palliative efficaci. Questo, secondo la nostra opinione, non è eutanasia".

In allegato la copia dell'editoriale Time to move on from the euthanasia debate

A cura della dott.ssa Emilia Uccello

AllegatoDimensione
time to move on from the euthanasia debate.pdf39.72 KB
Necropoli Anghelu RujuScultura KampaDormitio VirginisGolgota navata dei pretiCarlo VIPère Lachaise 28Il quadro epidemiologico toscanoCorridoio