Gli anestesisti scrivono al Ministro Lorenzin. Le anestesie generali non sono "sedazioni"

L'Aaroi-Emac, la Siared, la Siaarti e la Siaatio in una lettera inviata al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, al Sottosegretario alla Salute Vito De Filippo e al Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome Sergio Chiamparino parlano delle anestesie generali dicendo: Non chiamatele "sedazioni". Le operazioni mediche considerate "a bassa complessità" e/o "a bassa invasività", come per esempio le procedure di procreazione medicalmente assistita, le attività endoscopiche o radiologiche, svolte in locali non classificati come "sale operatorie", prevedono un atto anestesiologico a tutti gli effetti che, in quanto tale, deve rispondere a tutti i requisiti di sicurezza previsti. Più corretto quindi chiamarle con il loro nome, "anestesie generali", e non per un semplice motivo di lessico.

Clicca qui per leggere l'articolo.

Milano - Cimitero MonumentalePère Lachaise 12Karachi - Tombe di ChaukhandiLapideDettaglio lapidePère Lachaise 7Cripta dei baciniLa scienza e la filosofia della vita