Il diritto di morire. La libertà del laico di fronte alla sofferenza

Autore libro: 
Veronesi Umberto
Anno libro: 
2005
Casa Editrice: 
Mondadori

I progressi medici e scientifici degli ultimi anni ci hanno in qualche modo illusi di aver raggiunto l'immortalità, facendoci dimenticare che la morte è un fatto biologico. La malattia, sostiene Veronesi, stabilisce una relazione così stretta fra medico e paziente da far sì che il medico sia in grado di interpretare le volontà dell'ammalato, non ultimo il rifiuto di sottoporsi a cure inutili, e il desiderio di morire con dignità. Il volume delinea la posizione intorno a questo tema dei vari Stati europei dove con l'eccezione di Olanda e Belgio, l'eutanasia è equiparata all'omicidio. Illustra infine il problema del difficile accesso alle cure palliative in Italia, dove esistono ostacoli legislativi all'uso farmacologico degli oppiacei.

La sfilataEpitaffio ParacelsoTavola rotonda "Le diversità delle visioni morali: un problema o un valore?"ScheletriVialeTomba famiglia MozartOssotecaPer una lettura filosofica delle decisioni alla fine della vita