Progetto B.E.P.P.E. – Bambini ed Elaborazione della Perdita: Pensieri ed Emozioni

Nella giornata di mercoledì 21 giugno FILE ha presentato al Senato della Repubblica il progetto B.E.P.P.E. – Bambini ed Elaborazione della Perdita: Pensieri ed Emozioni.

La Vice Presidente del Senato Rosa Maria Di Giorgi si è resa ambasciatrice di questo progetto, così importante per il mondo dell’infanzia e dell’adolescenza e per gli ambienti educativi in cui crescono i giovani (la famiglia, la scuola, l’associazionismo), ambiti del quotidiano in cui si riscontrano maggiori difficoltà ad affrontare situazioni complesse come la malattia grave, la morte e il lutto.
Protagonisti indiscussi della giornata, il sito web interattivo www.solimainsieme.it, il video "Soli Ma Insieme" a questo legato e il libro “Si Può”, alcuni degli strumenti che sono stati sviluppati all’interno di B.E.P.P.E., ideati per i giovani che hanno vissuto un lutto e per gli adulti che si trovano loro vicini e hanno il compito di sostenerli.

"Un’iniziativa meritoria, mirata a sensibilizzare su un tema delicatissimo, che va valorizzata e supportata sia negli ambiti sociali che scolastici", queste le parole della Senatrice Rosa Maria Di Giorgi nell’introdurre B.E.P.P.E. nella giornata di mercoledì ai senatori, alla stampa, al pubblico intervenuto.

Il PROGETTO BEPPE, realizzato appunto da FILE – Fondazione Italiana di Leniterapia Onlus, di Firenze, si propone di offrire un sostegno ai bambini ed agli adolescenti che perdono una persona significativa e devono sopportare il dolore dell’assenza che pesa sulla loro vita, aiutandoli a tenere dentro chi se ne è andato. Spesso genitori e nonni, oltre che docenti e altri adulti devono affrontare queste situazioni critiche e si interrogano su come aiutare i più giovani a proseguire la loro vita, nonostante il buco che si è aperto nella cerchia dei propri affetti e che appare troppo duro da sopportare. Un lutto segna un confine tra un “prima” e un “dopo”; la vita non sarà più come prima ma occorre trovare, nella realtà familiare e nella cerchia delle amicizie, nuove occasioni per andare avanti, nonostante la solitudine e il vuoto che si vivono.

A questi problemi cerca di offrire strumenti utili la Fondazione FILE che, sotto la guida della Presidente Donatella Carmi Bartolozzi, è impegnata da 15 anni con la propria èquipe (medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, OSS, volontari) nell’assistenza ai malati gravi e alle loro famiglie, offrendo anche un supporto alle persone che chiedono aiuto per vivere il proprio lutto. Così è nato, oltre ai gruppi di auto mutuo aiuto, il Progetto BEPPE, ideato da Mariella Orsi, sociologa e coordinatrice del Comitato Scientifico di FILE, che si struttura in 5 strumenti:
1) Un percorso per genitori e docenti nelle strutture scolastiche, con incontri volti alla condivisione delle emozioni e delle esperienze per favorire la solidarietà che scaturisce dal desiderio di lenire il dolore di chi ci è vicino, con un’attenzione particolare alle esigenze dei bambini e degli adolescenti che subiscono una perdita importante;
2) Uno sportello di ascolto psicologico gratuito per i ragazzi e gli adulti che desiderano un sostegno diretto;
3) Il racconto “Si Può”, scritto da Beatrice Masini, illustrato da Arianna Papini, che Patrizia Zerbi–direttore editoriale di Carthusia, ha presentato attraverso la lettura di alcune pagine che permettono di cogliere le emozioni e lo sgomento di bambini e giovani che soffrono per il vuoto che si è aperto nelle loro vite e cercando di dare un senso a ciò che è successo, scoprendo che “insieme si può” andare avanti;
4) Un sito web interattivo www.solimainsieme.it, sviluppato da Datapos, che FILE e il Gruppo Eventi di Roma hanno realizzato per offrire uno spazio ai bambini e agli adolescenti ma anche ai familiari e ai docenti che sono loro vicini, per facilitare la condivisione di dubbi, paure, domande, testimonianze e strumenti che possono essere utili ad elaborare una perdita. Lorenza Raponi del Gruppo Eventi l’ha presentato evidenziando come attualmente questo sito sia per il nostro Paese l’unica realtà disponibile per minori e adulti, con una garanzia di rispetto delle norme sulla privacy.
5) Un breve video-solimainsieme- realizzato da Ardaco srl, e pubblicato su Youtube, presentato da Flavia Buzzonetti, collaboratrice di FILE, che ha anche letto alcune testimonianze giunte al sito che mettono in rilievo la solitudine e lo smarrimento che accompagnano una perdita e la necessità che qualcuno accolga questo dolore. Proprio questa accoglienza è tra gli scopi del sito e del video, dal quale si può cogliere il senso del possibile passaggio dal sentirsi soli al cercare aiuto in un volto, una mano da stringere e al lasciarsi abbracciare da chi offre un affetto che possa far sentire di nuovo interi, nonostante l’assenza di chi ha dovuto lasciarci.

Clicca qui se vuoi saperne di più sul progetto

Intervento finaleContributo artisticoLa sfilataDiscussione sulle cure di fine vita in ToscanaSignora AgataPère Lachaise 12La scienza e la filosofia della vitaFunerali d'Ettore