Mgf: approvata la legge alla Camera

L’infibulazione diventa reato. E’ stata appena approvata la Legge 150-b che vieta le mutilazioni genitali femminili nel nostro Paese. La pena prevista per questo crimine va da 4 a 12 anni di carcere, con periodi di reclusione più lunghi, nel caso che l’infibulazione riguardi bambine e ragazze minorenni.

L'approvazione della legge, che in precedenza si era arenata in Senato, segna il culmine di una battaglia che, in collaborazione con il Comitato Inter-Africa, le Assocazioni delle Donne tra cui (AIDOS, NOSOTRAS, ALMA MATER) da oltre 4 anni hanno portato avanti, anche in Italia, per l'eliminazione di tali pratiche.
L'auspicio è che la legge preveda anche specifiche misure atte a tutelare la salute e l'integrità psico-fisica delle donne e delle minori.
Segnaliamo sul tema delle MGF la TAVOLA ROTONDA: che si terrà in Gennaio 2006 a Firenze: "I dilemmi della società multiculturale".
Il caso delle mutilazioni genitali femminiliPer maggiori informazoni sull'iniziativa ecco il PROGRAMMA.
Per un approfondimento sui contenuti della legge clicca qui

AltareLe donneCripta dei tre scheletriMauthasenArs MoriendiLetturaSăpânţa - Cimitirul Vessel (Cimitero Gioioso) di Père Lachaise 18