Elenco tesi, Elenco volumi, Antropologia, Filosofia, Infermieristica, Medicina, Psicologia, Sociologia, Fine Vita, Storie di vita, Bioetica

Le sequele psicologiche negli operatori dell'emergenza

Autore libro: 
Laura Brunelli
Anno libro: 
2017
Casa Editrice: 
Edizioni Accademiche Italiane

Dall'inizio degli anni '80, in Italia, si cominciò a parlare del fenomeno del burnout, iniziando così ad evidenziare il rischio emotivo al quale tutte le professioni d'aiuto possono andare incontro. Nonostante siano svariati i percorsi formativi che i sanitari debbono affrontare, poco o nulla vien fatto per delineare il disagio psicologico che potrebbe nascere a seguito di evento traumatico; in merito a ciò si può parlare di una vera e propria "censura emotiva", dove gli stati d'animo vengono circoscritti, arginati e recepiti come un ostacolo al buon funzionamento del sistema.

Le sequele psicologiche degli operatori d'emergenza dopo una catastrofe: il terremoto dell'Aquila

Autore tesi: 
Laura Brunelli
Anno accademico: 
2010/2011

Dall'inizio degli anni '80 in Italia si incominciò a parlare del fenomeno del burnout, iniziando così a evidenziare il rischio emotivo al quale tutte le professioni d'aiuto possono andare incontro.

E-mail: 
info@laborcare.it

Recovery: lavori in corso per nuovi orizzonti di senso, di significato e di speranza nella malattia mentale

Autore tesi: 
Silvia Zacchi
Anno accademico: 
2015/2016

Il presente lavoro intende dimostrare quanto le nuove pratiche legate ai principi di Recovery nell'ambito della salute mentale, siano fonte di nuovi orizzonti di cura e di possibilità di convivenza fino ad ora inesplorati. Cura, intesa come percorso di condivisione e co-costruzione di nuove possibilità di vita per chi soffre di salute mentale, per i suoi familiari e per i cittadini che abitano la comunità. Convivenza, come risultato dell'inclusione sociale, dell'abbattimento dello stigma in relazione ad un cambiamento culturale necessario sulla visione della malattia mentale.

E-mail: 
info@laborcare.it

Progetto Bonoua, ambulatorio di medicazioni in Costa d’Avorio, integrare i saperi, avvicinare le culture

Autore tesi: 
Gabriella Rosadini
Anno accademico: 
2015/2016

La salute e la sanità per noi che viviamo nel mondo occidentalizzato è un dovere verso noi stessi e verso gli altri. Un dovere tradotto dai governi con erogazione delle cure, campagne sanitarie, servizi sanitari, assicurazioni sulla salute. Non in tutto il mondo è così e rendersi conto di questo, di questa disparità in un mondo ormai globalizzato, non può far stare ad occhi e mani chiuse. La Costa d’Avorio è un paese bellissimo, vitale e pieno di ricchezze. La crisi politica si è placata e c’è la possibilità di portare un aiuto concreto alla popolazione.

E-mail: 
info@laborcare.it

Analisi di un infortunio sul lavoro: Tutela formale e sostanziale del Lavoratore

Autore tesi: 
Solimine Domenico
Anno accademico: 
2014/2015

Nelle considerazioni fatte nel rapporto giudiziario esaminato, sono emersi alcuni elementi ulteriori di approfondimento che mettono in risalto ancora di più la discrepanza tra ciò che l’infortunato ha dichiarato e la realtà oggettiva dell’infortunio analizzato.
L’analisi è stata condotta considerando tre aspetti:
• Giuridici;
• Comportamentali;
• Tecnici (fisica della caduta).

E-mail: 
info@laborcare.it

Professione Infermieristica: Identità, Autonomia, Controllo. Una Riflessione Sullo Stato Dell’Arte.

Autore tesi: 
Alessandra Trinci
Anno accademico: 
2014/2015

Fenomeno indagato e razionale: L’intento prioritario è quello di analizzare lo stato dell’arte della professione infermieristica in Italia intesa nei valori di controllo, autonomia ed identità.

E-mail: 
info@laborcare.it

Cure palliative, quale scelta: cure domiciliari o Hospice?

Autore tesi: 
Fabio Piccardo
Anno accademico: 
2014/2015

Fin da prima di iniziare il mio percorso universitario sono stato appassionato al mondo delle Cure Palliative, e già dal primo anno avevo deciso di fare una tesi inerente all’argomento. Così grazie alla disponibilità della Prof.ssa Di Miceli Stefania e all’aiuto nella ricerca della correlatrice Della Nave Graziella ho deciso di svolgere la mia tesi.

E-mail: 
info@laborcare.it

Il bambino in ospedale: problematiche psicologiche, pediatriche e sociologiche

Autore tesi: 
Brunilde Valenta
Anno accademico: 
2011/2012

Questo lavoro di tesi scaturisce da profonde riflessioni ed esperienze di vita che hanno segnato e contrassegnato il mio vissuto di madre, di insegnante, di professionista riguarda l'ospedalizzazione infantile osservata dal punto di vista sociologico considerato rilevante nell’assistenza psicologica in pediatria, in particolare in quella prevista e ritenuta fondamentale nei reparti ospedalieri come luoghi di cura nelle attuali società complesse, dove i concetti di salute-malattia-cura assumono valore strategico e valorizzante per il contesto in cui si esplicano.

E-mail: 
info@laborcare.it

Insieme alla fine della vita. Quando le professioni sanitarie riflettono sulla morte ed il morire: dalla ricerca ad un progetto formativo

Autore tesi: 
Giuseppe Brancato
Anno accademico: 
2012/13

L’uomo è un’entità corporea che pensa, sente, agisce… cioè vive e risponde a delle leggi: fisiche, fisiologiche, intellettive, spirituali e morali. Le questioni sulla natura umana, su ciò che queste caratteristiche sono, su cosa le provoca, e su come la natura umana è fissata, sono tra le questioni più antiche e importanti sul quale l’uomo ha posto il suo “logos”.

E-mail: 
info@laborcare.it

L'infermiere attraverso quali metodi non farmacologici può ridurre la fatigue nella persona assistita sottoposta a chemioterapia?

Autore tesi: 
Paolo Buzzi
Anno accademico: 
2012/2013

Per le persone malate di cancro la fatigue è un problema importante che influisce pesantemente sulla loro quotidianità con effetti negativi a livello fisico, mentale e relazionale. La gran parte delle persone in chemioterapia sperimenta questa condizione patologica. Tuttavia solo una minoranza dei pazienti oncologici ammette il problema e solo alcuni ricevono una risposta terapeutica. Per queste ragioni, gli aspetti legati alla soggettività e alla comunicazione sono preminenti nella gestione della fatigue e in essa può essere rilevante il ruolo del professionista infermiere.

E-mail: 
info@laborcare.it
MauthasenL'autoreManiLa scienza e la filosofia della vitaLa scienza e la filosofia della vitaTavola rotonda: "Come si muore in Toscana"Père Lachaise 13Père Lachaise 17
Condividi contenuti